Trasmettitori da processo

Un trasmettitore a 3 fili è in grado di funzionare anche nella configurazione a 2 fili?

No. In ogni caso, i segnali di uscita normalizzati più comuni sono 4 .. 20 mA con circuito a 2 fili e 0 .. 10 V con circuito a 3 fili. Segnali di uscita come 0/4 .. 20 mA con circuito a 3 fili non sono più molto diffusi.

Un trasmettitore di pressione può essere utilizzato con qualsiasi fluido di processo?

No, il cliente deve verificare attentamente la compatibilità dei materiali definiti nella scheda tecnica. WIKA è sempre disponibile a fornire consigli e suggerimenti basati sulla propria esperienza.

E' possibile variare il connettore elettrico?

No, il connettore elettrico non può essere variato dopo la costruzione del trasmettitore.

E' possibile commutare tra un segnale 4 ... 20 mA e uno 0 ... 10 V?

No, il tipo di segnale in uscita viene definito in fase di ordinazione e non può essere modificato.

Cosa causa la deriva del punto zero?

L'invecchiamento dei componenti elettronici, le variazioni della temperatura del processo e dell'ambiente ed i cicli di pressione.

Qual è il livello di pressione in grado di lacerare una membrana?

La corrispondente pressione di scoppio (burst pressure), che è riportata nella scheda tecnica di ogni prodotto.

Quali sono le soluzioni possibili contro i picchi di pressione?

Raccomandiamo un attacco al processo con un canale elettro-eroso da 0,6 mm oppure da 0,3 mm. E' inoltre possibile utilizzare smorzatori di pressione esterni (ad esempio il modello WIKA 910.12) o limitatori di pressione regolabili (ad esempio il modello WIKA 910.13).

Un trasmettitore di pressione è in grado di funzionare anche senza alimentazione?

No. Se è necessario uno strumento che fornisca un'indicazione di pressione anche senza alimentazione, è possibile utilizzare un manometro.

Cosa significa NAMUR?

NAMUR è l'abbreviazione di Normenausschuß Meß- und Regeltechnik (Comitato tedesco per le normative relative alla misura e al controllo).

Cosa significa ATEX?

ATEX è un sinonimo ampiamente utilizzato nelle direttive dell'Unione Europea. Il nome deriva dall'abbreviazione del francese "Atmosphere explosible". Le direttive attualmente in vigore per la protezione contro le esplosioni sono ATEX, 94/9/EC (apparecchiature) e 99/92/EC (sicurezza sui posti di lavoro).

Cosa rappresentano i valori della "segnalazione" secondo la norma NAMUR?

NAMUR fondo scala: 3,5 mA
NAMUR sovra scala: 21,5 mA

Cosa indicano le designazioni della classe di temperatura?

Le temperatura di innesco è la più bassa temperatura alla qualche una miscela di gas più innescare una fiamma, una superficie calda o generare una scintilla. I gas e i vapori si dividono in Classi nelle quali la temperatura superficiale deve sempre essere inferiore a quella della miscela. (T1 > 450°C, T2 > 300°C, T3 > 200°C, T4 > 135°C, T5 > 100°C, T6 > 85°C).

Cosa identificano le Zone indicate nella protezione contro le esplosioni?

Per i gas:
Zona 0 (Categoria 1): pericolo di esplosioni permanenti o a lungo termine
Zona 1 (Categoria 2): presenza occasionale di atmosfere pericolose
Zona 2 (Categoria 3): rara presenza di atmosfera pericolosa e quindi solo per brevi periodi

Polveri:
Zone 20, 21, 22 con lo stesso significato


Quali sono i valori limite della corrente in uscita secondo la norma NAMUR?

Limite di uscita inferiore secondo la NAMUR è di 3,8 mA (è possibile un altro valore)
Limite di uscita superiore secondo la NAMUR è di 20,5 mA (è possibile un altro valore)